Piccola guida per scegliere Mixer per cantare, per suonare, per principianti o per musicisti

Che tu sia un professionista, un principiante o semplicemente un amatore, per amplificare il suono della tua voce o dei tuoi strumenti e dargli il colore che desideri, hai sicuramente bisogno di un mixer. Questo breve articolo vuole essere una introduzione agli aspetti da prendere in considerazione nel scegliere un mixer per cantare, per suonare, per fare karaoke professionale o unire gli strumenti nella band.

Mixer Audio, Strumenti, Voce

Mixer

La parola stessa, mixer (dall’inglese “to mix”, cioè miscelare) indica un apparato pensato  per fondere insieme e appunto mescolare varie e diverse fonti sonore.
E’ infatti uno strumento molto importante, sia per chi vuole soltanto divertirsi, ma anche e soprattutto per chi lavora in ambito musicale dovendo esibirsi in concerti e spettacoli, mettere musica in discoteca o ad una festa, registrare nel proprio studio, o semplicemente divertirsi e cantare nel proprio salotto di casa con gli amici.

Principali caratteristiche dei Mixer

Va da sé che occorre individuarne uno adatto alla propria esigenza e creatività. Concettualmente i mixer sono tutti uguali, dal momento che utilizzano lo stesso tipo di componentistica e, come tutti i prodotti elettronici la qualità, e di conseguenza il costo dipendono dal valore di questi componenti.
Per individuare il mixer adatto quindi ci si deve affidare ad altri elementi.
Questi, i più importanti:

  • canali in ingresso
  • dimensioni
  • uscite ausiliarie monitor
  • effetti
  • bande di equalizzazione
  • scelta tra analogico o digitale.

Canali in ingresso: 8, 12 o 16?

Mixer 6, 12 o 16 canaliI mixer più diffusi sono generalmente quelli a 8, 12 o 16 canali ma nei cataloghi delle varie aziende costruttrici trovano posto praticamente e soprattutto tutti i multipli di due, dipende dalla struttura ingegneristica o da fattori come la quantità dei canali stereo. Questo influisce molto spesso, ma non sempre, sulle dimensioni della scocca e quindi del prodotto in generale.

Uscite ausiliarie monitor: quante?

Le uscite ausiliarie vengono utilizzate nella maggior parte dei casi per collegare uscite monitor, per cui nel caso di un DJ sarà sufficiente anche una sola uscita AUX, mentre per gestire lo show di una band ne occorre il più alto numero possibile.

Bande di equalizzazione

Il “colore” che un mixer può dare ad ognuna delle fonti in ingresso, voci o strumenti che siano, è dato soprattutto dalla qualità e dal tipo di EQ (equalizzatore). I modelli basici o entry-level danno solitamente la possibilità di diminuire o enfatizzare solo il volume degli Alti (Hi) dei Medi (Mid) e dei Bassi (Low) ma le frequenze sulle quali agiscono tali volumi, sono fisse e decise dalla casa costruttrice.
Nei modelli più avanzati, viene data la possibilità di scegliere anche su quale frequenza agire, per ottenere maggiore precisione.

Quali effetti scegliere?

Infine, il make-up, il trucco: una volta equalizzato, il suono potrà essere ulteriormente colorato con gli effetti, che solitamente sono:

  • il reverbero
  • il delay (o se vogliamo dirlo in maniera vintage, l’eco).
  • chorus,
  • flanger,
  • compressori,
  • pitch corrector,
  • harmonizer,
  • altro

Mixer analogico o digitale?

La scelta tra analogico e digitale è abbastanza semplice dal momento che i mixer digitali sono per lo più destinati ad un utilizzo molto professionale, per ragioni di “comodità” rispetto a quelli analogici, dal momento che con il digitale si ottengono files, quindi facilmente e velocemente editabili ed esportabili verso infinite applicazioni.

La differenza tra i due è che nell’analogico, il suono è trasformato in segnale elettrico sul quale le componenti del mixer lavorano direttamente, mentre nel digitale, tale segnale viene trasformato in sequenze numeriche (0 e 1) e viene trattato matematicamente con specifici algoritmi. Al termine di questo “trattamento” la sequenza numerica viene ritrasformata in segnale elettrico. Non è possibile stabilire se sia meglio l’uno o l’altro: dipende tutto come prima cosa dal gusto personale, ma anche qui, dal tipo di esigenza.

Altre soluzioni Mixer: scheda audio

Ci sono poi anche altre soluzioni, come ad esempio le schede audio, più o meno complesse, che però presumono una conoscenza informatica un po’ più approfondita dal momento che per ottenere gli stessi risultati è necessaria una certa dimestichezza con i vari software/programmi da installare nel computer: un programma per acquisire, uno per equalizzare, uno per effettare, e quant’altro, oppure tutti questi programmi racchiusi in unici “grandi” software, altrimenti conosciuti come DAW (digital audio workstation).

M-Live Software e Hardware per la musica


M-LIVE San Giovanni in Marignano
via Luciona 1872/B, 47842
P.IVA 03127860405


Tel: (+39) 0541-827066

Orario Ufficio
Lun-Ven 8.30-12.30; 14.30:18:30

Assistenza Tecnica
Lun-Ven 9.15-11.30


Fax: (+39) 0541-827067


moc.e1573716113vil-m1573716113@evil1573716113-m1573716113


Privacy

Subscrive to newsletter

Subscribe to M-live Newsletter to stay updated on all the Promotions, and on the most important musical news.

We will send you the information you need to stay always at the TOP!

Subscrive to newsletter

Subscribe to M-live Newsletter to stay updated on all the Promotions, and on the most important mucical news.

We will send you the information you need to stay always at the TOP!

Iscriviti alla newsletter

Inscriviti alla Newsletter di M-live per rimanere aggiornato su tutte le Promozioni, e sulle novità musicali più importanti.

Ti invieremo le informazioni necessarie per rimanere sempre al TOP!

Scrivi la tua e-mail, protrai cancellarti in qualsiasi momento

{"cart_token":"","hash":"","cart_data":""}