Expander Midi o Usb, master o slave: quello che devi sapere

Inteso come strumento musicale, genericamente per “expander” si intende un modulo di espansione timbrico che, pilotato via MIDI o via USB, consente di generare suoni. Esistono expander che rispettano lo standard General MIDI (GM) o altri standard analoghi (GS, XG, ecc.) Ci sono poi expander dedicati solo a particolari tipi di sonorità (pianoforti, batterie, suoni orchestrali, sintetizzatori, etc.).

Expander e controller Midi

Gli expander in genere non sono dotati di una tastiera per poterli controllare: devono essere infatti pilotati via MIDI o usb da un altro strumento elettronico, detto “midi controller”, cioè una tastiera, ma anche una fisarmonica midi, una chitarra midi, o strumenti di nuova concezione come ad esempio un Launchpad.

 

Tastiere musicali ed Expander

Expander sta proprio a significare “modulo di espansione di un setup già esistente”. Questo comporta il fatto che anche i controller midi come soprattutto le tastiere elettroniche possono a loro volta diventare “expander” in quanto è possibile pilotarne i suoni interni con un altro controller. In altre parole, lo strumento che manda i segnali funge da “master”, quello che invece li riceve ed emette fisicamente il suono è detto “slave”.

 

Lettori Master e Slave

A differenza dei vecchi sequencer, nel tempo sono nati e si sono evoluti lettori che possono essere sia master che slave, in quanto contengono al loro interno tutti i suoni necessari alla corretta esecuzione degli standard midi sopra menzionati.

Leggi anche: “Scegliere lettore midi file e lettore basi musicali